Stagione 2018/2019

Il Gravina cala il tris a Nardò e ritrova la vittoria

I gialloblù vincono con cinismo e non subiscono reti

Calcio
Gravina lunedì 28 gennaio 2019
di La Redazione
Nardò - Fbc Gravina
Nardò - Fbc Gravina © Ufficio stampa Fbc Gravina

La tanto attesa scossa arriva in casa FBC in quel di Nardo’ dove i gialloblù si impongono con un perentorio 3-0 frutto di una gara attenta, cinica e priva di alcuna sbavatura. Sesto risultato utile consecutivo ma soprattutto tre punti in trasferta che mancavano da Ottobre (vittoria a Sorrento) e gara finalmente senza gol (i gialloblù non subivano reti dalla trasferta di Francavilla, prossima avversaria della FBC al Vicino).

La gara per i gravinesi si è messa subito bene: al 9’ Chiaradia pennella un cross leggermente sporcato che trova però sul secondo palo Mady pronto ad insaccare. Al 12’ ci prova Visone da fuori chiamando Rizzitano agli straordinari! La replica dei locali è sterile col tiro su punizione al 16’ di Aquaro parato da Loliva. Al 25’ Santoro è autore di una girata che però termina alta. L’attaccante foggiano però si rifarà al 37’ con un assolo propiziato da un errato disimpegno della difesa leccese e conclusa con lo scarto anche di Rizzitano! Il primo tempo si conclude con la botta dalla distanza di Bertacchi parata da Loliva.

La ripresa si apre con un sontuoso miracolo del portiere gravinese che al 3’ toglie dal sette una punizione perfetta dello stesso Bertacchi. Ma la FBC ha il match in pugno e dopo essere andata vicina al tris con Mady al 15’, ecco arrivare il gol del 3-0 finale: al 17’ Tarantino è caparbio a rubare una palla in area neretina e a servire Santoro per la doppietta personale! Al 26’ il temibile Kyarematemg manca la palla del 1-3, quindi alla mezz’ora Bellomonte (entrato per Santoro) manca di poco il poker!
Gli ultimi quindici minuti sono di assoluto controllo del match coi gravinesi che non rischiano praticamente nulla.

Una vittoria frutto di tanta determinazione e sagacia tattica che finalmente da’ morale ad un gruppo desideroso di allontanarsi dalla zona playout e finalmente ritagliarsi momenti di divertimento.

(Nota a cura di Domingo Mastromatteo)

Lascia il tuo commento
commenti