La nota dell'onorevole Angela Masi

RuralFirst#AltaMurgia2020, firmato il protocollo d’intesa

​È stato sottoscritto giovedì mattina ad Altamura tra Ente Parco, Mise, Mibac e Regione Puglia​. Nel concreto, i visitatori potranno contare su nuovi punti di accesso wi-fi e servizi digitali

Politica
Gravina domenica 07 luglio 2019
di La Redazione
Sede Parco Alta Murgia
Sede Parco Alta Murgia © Google Maps

«La firma del protocollo d’intesa tra Parco dell’Alta Murgia, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero per i Beni e per le Attività Culturali e Regione Puglia segna un passo importante per la valorizzazione del nostro patrimonio naturale e culturale». Lo dice la portavoce 5 Stelle alla Camera Angela Masi.

«Un iter, quello del progetto RuralFirst#AltaMurgia2020, al quale ho dato in questi mesi il mio fattivo contributo e che con la sottoscrizione di ieri mattina presso l’ex sede dell’Acquedotto pugliese di Altamura passa alla sua fase operativa – dice ancora la deputata -. L’obiettivo è quello di creare reti di reti attraverso una connettività WiFi per lo sviluppo di piattaforme intelligenti sul nostro territorio nazionale. Si vuole, insomma, attuare misure sperimentali e di buone pratiche di valorizzazione del patrimonio italiano. Il Parco nazionale dell’Alta Murgia, in questo processo, avrà un ruolo centrale di coordinamento e di riferimento. Nel concreto, i visitatori potranno contare su nuovi punti di accesso wi-fi e servizi digitali.

«Prima del convegno che ha sugellato la firma del protocollo d’intesa - prosegue -, abbiamo fatto conoscere al sottosegretario del m5s Gianluca Vacca e al consigliere del Mise Marco Bellezza il museo Archeologico della città e la nostra storia e voglio ringraziare per la visita la direttrice Elena Saponaro. Ringrazio inoltre tutti coloro che hanno contribuito a concludere l’iter per questo importante progetto e coloro che sono stati presenti: il sottosegretario Vacca, il consigliere del Mise Bellezza, la sindaca Rosa Melodia, la direttrice del musei di Puglia Mariastella Margozzi, il presidente vicario del Parco nazionale dell’Alta Murgia Cesare Troia, il direttore Domenico Nicoletti e le varie istituzioni. Sono convinta che questo sia un ulteriore punto di partenza per rendere il Parco un luogo più attrattivo e ricco di opportunità per le attività produttive presenti», conclude.

Lascia il tuo commento
commenti