La nota del consigliere regionale

Ponte danneggiato a Modugno sulla S.S. 96, Colonna: «Più vicino il ripristino della circolazione»

Si procederà alla messa in sicurezza senza rimozione della trave rovinata

Politica
Gravina giovedì 11 ottobre 2018
di La Redazione
Strada Statale 96
Strada Statale 96 © Enzo Colonna

"Come avevo anticipato alcuni giorni fa, ci sono importanti novità comunicatemi con una nota pervenuta ieri dall’Assessore ai lavori pubblici del Comune di Modugno, William Formicola, con il quale è in corso una costante interlocuzione e che ringrazio. In particolare, l’Assessore Formicola mi ha informato dell’esito dell’incontro tecnico svoltosi il 5 ottobre scorso tra Comune di Modugno e ANAS (Coordinamento Territoriale Adriatica, Area Compartimentale Puglia), finalizzato a individuare la soluzione migliore e più rapida per consentire il ritorno alla normalità della circolazione nel tratto sottostante della Statale."

A dichiararlo è il consigliere regionale, Enzo Colonna in una nota pervenuta in redazione riguardante la questione della viabilità lungo la Statale 96, all’altezza di Modugno, ridotta – com’è noto – da circa un anno, in seguito al danneggiamento del cavalcavia di via Risorgimento ad opera di un autoarticolato.

"A tal proposito, - prosegue Colonna - ricordo, era stato inizialmente ipotizzato un intervento di demolizione completa della trave lesionata dall’urto e la rimozione del sistema di puntellamento provvisorio attualmente presente. Dagli ulteriori approfondimenti recentemente effettuati dei tecnici incaricati dal Comune è emersa, invece, la possibilità di una soluzione ancor più rapida che prevede la messa in sicurezza della trave lasciandola in loco, senza dunque procedere alla sua demolizione e rimozione, come originariamente previsto. Oltre che minor tempo, tale intervento comporterà costi inferiori rispetto alle previsioni e, soprattutto, consentirà di evitare le interruzioni della circolazione lungo la Statale 96, che, diversamente, con la demolizione sarebbero state inevitabili. Resta fermo che, sino a quando non sarà effettuato il completo ripristino strutturale del ponte, la circolazione sul sovrappasso di via Risorgimento, invece, resterà interdetta.


Quanto alla tempistica, l’assessore Formicola ha garantito che il progetto esecutivo dell’intervento di messa in sicurezza sarà consegnato entro il 31 ottobre prossimo e, nei giorni immediatamente successivi, l’amministrazione comunale di Modugno lo approverà."


"Un grande apporto collaborativo - conclude il consigliere regionale - è assicurato dall’ANAS, che ringrazio. Infatti, il Comune di Modugno stipulerà una convenzione con l’ANAS, che curerà direttamente l’esecuzione dei lavori anticipandone gli oneri finanziari per poi rivalersi nei confronti della compagnia assicurativa del mezzo che ha provocato il danno. Dunque, si procede nella direzione di un ritorno alla normalità che mi auguro possa avvenire nei tempi ora indicati, in modo da porre fine, a distanza di circa un anno dall’incidente, ai disagi di tanti cittadini e pendolari che quotidianamente percorrono quel tratto stradale per recarsi nel capoluogo pugliese. Continuerò - assicura Colonna - a seguire la questione sino alla sua definizione."

Lascia il tuo commento
commenti