L'iniziativa

L'associazione "Gravina 2017-19" indice il concorso letterario "Don Angelo Casino"

Organizzato con il contributo del Comune di Gravina in Puglia e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia

Cultura
Gravina venerdì 16 novembre 2018
di Michele Laddaga
L'articolo, a caratteri cubitali, intitolato: “A Gravina chiamati a raccolta i pittori e poeti di Puglia”
L'articolo, a caratteri cubitali, intitolato: “A Gravina chiamati a raccolta i pittori e poeti di Puglia” © Associazione culturale "Gravina 2017-19"

L’associazione culturale Gravina 2017-19, con il contributo del Comune di Gravina in Puglia e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia, indice e organizza il concorso letterario e artistico “Don Angelo Casino”.

Oltre a voler onorare la memoria del compianto e illustre sacerdote gravinese, cultore di storia locale, che ha prodotto numerosi scritti su Gravina e su i molti personaggi illustri locali che hanno tenuto alto il prestigio della nostra città, ci si è voluti collegare al 28 settembre 1947 quando, La gazzetta del mezzogiorno divulgava l’indizione di un concorso regionale di poesia e pittura.

Il 7 marzo 1948 lo stesso quotidiano, nel dare la notizia dell’avvenuta premiazione, in terza pagina, pubblicava un articolo, a caratteri cubitali, intitolato: “A Gravina chiamati a raccolta i pittori e poeti di Puglia”. L’articolista, Oronzo Valentini, noto giornalista nonché direttore della testata, a conclusione della rassegna, oltre all’elencazione dei premiati, tracciava un quadro delle condizioni storiche e sociali della città. A presiedere la commissione di poesia fu chiamato il prof. Mario Sansone, professore di letteratura italiana, presso l’Università di Bari, nonché illustre studioso e autore di numerosi testi di letteratura italiana, che, ancora oggi, rischiarano i corsi scolastici di molti.

"Ci è sembrato opportuno - spiegano i promotori di tale iniziativa - a settant’anni dall’evento e a pochi mesi da “Matera 2019”, ricordare e rievocare un evento che, in un momento storico alquanto difficile, contribuì a distrarre le menti dei nostri nonni dalle difficoltà sociali ed economiche del tempo e a dare lustro alla nostra città e che ci offre la possibilità di onorare personaggi che, immeritatamente,stiamo lentamente dimenticando. Un grazie, in proposito, va anche alla Parrocchia Madonna delle Grazie e alla famiglia Casino che hanno voluto condividere l’iniziativa.

Il concorso prevede due specifici settori uno letterario e uno artistico. Proprio perché il tempo non cancelli, al prof. Domenico Mastromatteo, che, con i suoi componimenti dialettali, ci ha aiutati a riscoprire la nostra lingua madre, abbiamo inteso intitolare, la sezione letteraria, mentre a Dionigi Donadio, pittore illustre, noto ai più come orologiaio, la sezione artistica. Tra le sue opere ricordiamo l’effigie riprodotta sull’orologio della Biblioteca Finia e una raffigurazione della Madonna delle Grazie che si conserva nella omonima chiesa."

Tema del concorso: “LE GRAVINE E LE MURGE: PAESAGGI E BENI”.

Il regolamento

Il concorso intende coinvolgere i giovani studenti di Gravina prefigurando, per quanti vorranno partecipare, un ottimo percorso didattico, soggettivo per i concorrenti, inclusivo per quanti abbiano a cuore la conoscenza e la promozione della nostra storia e dei nostri beni. Soffermarsi sui luoghi e sui valori fondanti della nostra città è il miglior metodo per comprenderli, amarli, divulgarli. La cultura, il patrimonio di una città sono beni non tanto da conservare quanto da esportare. La partecipazione è aperta agli studenti, è aperta a tutti, indigeni e cittadini dei paesi limitrofi, rientranti nel comprensorio del territorio murgiano fino a Matera.

Sezioni del premio

Sono previste le seguenti sezioni concorsuali:

sezione letteraria:prof. Domenico Mastromatteo

  • racconti brevi: un racconto breve inedito di lunghezza non superiore a 3000 caratteri;
  • poesie in italiano:inedita di lunghezza non superiore a 30 versi;
  • poesie in vernacolo: inedita di lunghezza non superiore a 30 versi ( a fronte trascrizione in italiano);

sezione artistica: prof. Dionigi Donadio

Dipinti su tela, legno o pietra con materiali indelebili o duraturi.

La partecipazione è aperta agli studentidalla terza media al 5^ superiore e a tutti i cittadini del comprensorio murgiano fino a Matera.

Per l’iscrizione al concorso è stabilito un contributo di euro 3 per ogni sezione, che deve essere versato all’atto della consegna dell’elaborato da effettuare, entro e non oltre il 01 dicembre 2018, presso la sede della commissione sita in via Ferrante Maddalena 71.

La premiazione sarà effettuata entro e non oltre il 20 dicembre 2018.

I premi:

saranno premiati i migliori tre elaborati di ogni sezione, scelti da apposite commissioni, i cui componenti saranno resi noti dopo la scadenza dei termini di presentazione;

scuola superiore:

1^ premio: euro 250,00 prodotti tipici;

2^ premio: prodotti tipici del valore di 200,00 euro;

3^ premio: prodotti tipici del valore di 100,00 euro;

terza media:

1^ premio: prodotti tipici del valore di 200,00 euro;

2^ premio: prodotti tipici del valore di 150,00 euro;

3^ premio prodotti tipici del valore di 100,00 euro.

Liberi partecipanti:

sez. letteraria

premio unico euro 300,00 prodotti tipici

sez. artistica

premio unico euro 300.00 prodotti tipici.

Lascia il tuo commento
commenti