Il nuovo spostamento di persone potrebbe contribuire all'aumento di nuovi focolai in Puglia

Coronavirus, nuovo esodo da Nord a Sud. Obbligatorio segnalare il proprio arrivo

Il presidente Emiliano ribadisce che chi rientra, oltre a segnalare il proprio arrivo, deve necessariamente mettersi in quarantena per 14gg come da apposita ordinanza

Cronaca
Gravina sabato 14 marzo 2020
di La Redazione
Coronavirus, nuovo esodo da Nord a Sud. Obbligatorio segnalare il proprio arrivo
Coronavirus, nuovo esodo da Nord a Sud. Obbligatorio segnalare il proprio arrivo © n.d.

Nuovo esodo di pugliesi che tornano in Puglia dal Nord.
Nelle ultime ore, infatti, molti cittadini stanno abbandonando le aree del nord d’Italia per rientrare a casa malgrado – come documentano i dati – i casi di contagio qui in Puglia stanno via via aumendanto.

A commentare il tutto è il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Circa una settimana fa, infatti, si era già registrato un primo esodo.

«Avrete – scrive Emiliano su Facebook - probabilmente esibito ai soldati alla stazioni le vostre legittime autocertificazioni sulla motivazione del vostro ritorno, spero che abbiate le mascherine e che teniate la distanza di un metro l’uno dall’altro in treno».

«Fatto sta – afferma il presidente della Regione - che ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare. In pochi giorni migliaia e migliaia di persone hanno fatto rientro in Puglia aggravando la nostra già drammatica situazione».

Proprio ieri, infatti, il numero di contagi in Puglia aveva toccato quota 158 e nelle ultime ore si erano anche registrati due casi di persone contagiate all'Ospedale della Murgia. Qualche giorno fa, un caso di contagio di un medico aveva portato alla chiusura del Pronto Soccorso dell'Ospedale Miulli di Acquaviva

Emiliano ricorda a chi rientra la necessità di chiudersi in casa stando lontani da genitori, fratelli, nipoti, amici, nonni e malati.

«Dovrete – scrive Emiliano - rimanere in casa almeno per altri 14 giorni e comunque per tutto il tempo di durata del decreto del Presidente del Consiglio».

Ribadita la necessità di dichiarare la vostra presenza sul sito della Regione Puglia attraverso questo sito internet www.regione.puglia.it/coronavirus come disposto con ordinanza la cui violazione determina il reato di cui all’art.650 cp. (Inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità).

Dello stesso avviso è il sindaco di Santeramo, Fabrizio Baldassarre, che in un proprio post su Facebook ribadisce quanto affermato da Emiliano.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rosa Lorusso ha scritto il 14 marzo 2020 alle 13:31 :

    Io non li avrei fatti scendere neanche con un'autocertificazione, per evitare ulteriori contagi. Rispondi a Rosa Lorusso

  • Franco ha scritto il 14 marzo 2020 alle 12:42 :

    Presidente Emiliano non basta certo il modulo di autosegnalazione, occorre costringere (ex art. 650 c.p.) tutti i nuovi arrivati in Puglia ad installare una app sul loro telefonino per poter tracciare tutti i loro spostamenti e i loro contatti. Non devono andarsene liberamente in giro. È una soluzione abbastanza semplice e praticabile da subito. È stata già utilizzata in Cina con ottimi risultati. Rispondi a Franco