Da Palazzo di Città

Opere di prevenzione antincendio: divieti ed indicazioni dal 15 Giugno al 15 Settembre

Pubblicata nei giorni scorsi l’ordinanza adottata dal sindaco Alesio Valente, in riferimento ai fondi rustici, ai terreni ed alle aree di qualsiasi natura, che risultino in stato di abbandono

Attualità
Gravina sabato 23 maggio 2020
di La Redazione
sterpaglie
sterpaglie © n.c.

Rimuovere erba secca e sterpaglie ed ogni materiale infiammabile, bonificare i cigli stradali.

Queste alcune delle indicazioni esplicitate nell’ordinanza adottata dal sindaco Alesio Valente, in riferimento ai fondi rustici, ai terreni ed alle aree di qualsiasi natura, che risultino in stato di abbandono. Gli interventi dovranno essere effettuati entro il 15 Giugno, data nella quale avrà inizio l’allerta rossa per gli incendi boschivi, che si concluderà il prossimo 15 Settembre. La mancata osservanza delle predette norme costerà ai trasgressori sanzioni amministrative previste dai 25 euro ai 500 euro. Per gli stessi motivi, si precisa nel provvedimento sindacale, nelle aree ritenute ad alto rischio di incendio ed in quelle ad esse adiacenti è tassativamente vietato accendere fuochi di ogni genere, far brillare mine o esplosivi, o esercitare qualsivoglia attività pirotecnica (comprese le lanterne volanti), usare attrezzature a fiamma o elettriche per tagliare i metalli, fornelli o inceneritori, fornaci o discariche pubbliche e private incontrollate e ovviamente, gettare fiammiferi, cicche di sigarette. È inoltre vietato sostare o transitare al di fuori delle strade statali, provinciali e comunali, fatta eccezione per i mezzi in servizio di controllo o impegnati in attività agro-pastorali. A carico dei trasgressori saranno elevate sanzioni amministrative di importo compreso tra un minimo di 1.032,91 euro ed un massimo di 10.329,14 euro.

Lascia il tuo commento
commenti