Verso la 54° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

La comunicazione ecclesiale in tempo di Covid-19: alle 17 una diretta Facebook sul tema

L'appuntamento social promosso dall'Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali in programma sulla pagina "Diocesi di Altamura - Gravina - Acquaviva delle Fonti"

Attualità
Gravina sabato 23 maggio 2020
di Michele Laddaga
Comunicazione ecclesiale in tempo di Covid
Comunicazione ecclesiale in tempo di Covid © web

“La comunicazione ecclesiale in tempo di Covid-19”. Si intitola così l’appuntamento social promosso dall’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali, in programma quest'oggi alle 17.00, che sarà possibile seguire in diretta streaming sulla pagina Facebook della Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti.

Partecipare alla vita liturgica e pastorale quotidiana sfruttando al meglio le nuove tecnologie, vivere una nuova esperienza di fede mediata dai mezzi di comunicazione. La pandemia in questi mesi ci ha costretto a restare in casa e a rivedere le nostre abitudini di vita. Ad inventarci, in questo tempo di prova, un modo tutto nuovo per ascoltare e ad affidarsi alla Parola di Dio. Si parlerà di questo e di molto altro nel corso del dibattito curato dal dott. Vito Giordano, giornalista pubblicista di Radio Altamura 1.

La tavola rotonda virtuale sarà impreziosita dalla partecipazione di S. Ecc.za Mons. Giovanni Ricchiuti, Arcivescovo Diocesano; di don Oronzo Marraffa, Segretario della Commissione Regionale per la Cultura e le Comunicazioni Sociali; di S. Ecc.za Mons. Vincenzo Pelvi, Arcivescovo di Foggia – Bovino, Presidente della Commissione Regionale per la Cultura e le Comunicazioni Sociali e di don Giuseppe Loizzo, Direttore dell’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali.

Nel corso della videoconferenza ci sarà modo di analizzare un feedback offerto dalla comunità diocesana relativo all’esperienza di preghiera vissuta in tempo di Coronavirus. Verranno infatti esaminate e argomentate le risposte date ad un questionario lanciato sul sito internet www.diocesidialtamura.it. “Dopo il periodo di restrizione potrebbe esserci il rischio che i fedeli possano non sentire più il bisogno di avvicinarsi ai sacramenti o partecipare in modo comunitario alle funzioni?”, “Sei del parere di continuare a utilizzare anche i social per la trasmissione delle funzioni religiose?”, “In tempo di Covid, attraverso quali canali (YouTube, Facebook, sito web della diocesi, Agensir.it, Avvenire.it, Chiesacattolica.it ecc) sei rimasto aggiornato su attività e momenti di preghiera promossi dalla Chiesa?”, alcune delle domande proposte. L’iniziativa rientra nell’ambito della 54° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali che la Chiesa si prepara a celebrare Domenica 24 maggio 2020 sul tema “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria” (Es 10,2). (Partecipa anche tu al sondaggio, clicca sul link seguente e rispondi ai quesiti: https://www.diocesidialtamura.it/54ma-giornata-mon- sociali/ ).

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 26 maggio 2020 alle 09:20 :

    Mi pare che ci stiamo abituando e dedicando troppo a questa nuova Chiesa social, con l'alibi del virus. Rispondi a Franco

  • Franco ha scritto il 23 maggio 2020 alle 08:21 :

    C'è poco da discutere, magari solo per dare sostegno ad una idea pessima, rivelatasi fallimentare non solo nella didattica scolastica ma anche nel marketing delle ditte private. La Chiesa non può arrivare tardi e male. Pensiamo piuttosto a "riattivare" i Sacramenti invece di attivarci su Facebook. Rispondi a Franco