Eventi di Natale a Gravina

Al chiostro San Sebastiano il presepe vivente “Bethlehem. Venite adoremus dominum”

Oggi il primo appuntamento con la rappresentazione curata dalla comunità parrocchiale SS. Crocifisso. Si replica il 28 dicembre e il 4 gennaio 2020

Attualità
Gravina sabato 21 dicembre 2019
di Michele Laddaga
Chiostro San Sebastiano
Chiostro San Sebastiano © Nundinae

Da Nazareth a Betlemme, passando per Gravina.

Presentatevi, fedeli, lieti esultanti: venite, venite… nella città del grano e del vino. Lì, tra archi e colonne del cinquecentesco chiostro di San Sebastiano, sarà possibile rivivere la magia del Santo Natale ed ammirare il suggestivo presepe vivente curato ed animato dalla comunità parrocchiale SS. Crocifisso.

“Bethlehem. Venite adoremus dominum”. Si intitola così la rappresentazione rientrante nel cartellone degli eventi natalizi del Comune di Gravina in Puglia e ideata per rievocare in tre appuntamenti la nascita di Gesù Bambino. Un meraviglioso percorso che prende vita attorno alla Grotta della Natività, il luogo dove Cristo nacque dalla Vergine Maria, e si snoda per i vari scorci dell’incantevole chiostro.

Una realtà culturale, di tradizioni, di folklore, una ricostruzione di antichi mestieri. Un cammino di fede che aprirà i battenti oggi, sabato 21 dicembre alle 20 e si ripeterà alla stessa ora nelle giornate del 28 dicembre e del 4 gennaio 2020. Ad impreziosire l’ultimo appuntamento, l’arrivo da piazza Pellicciari dei magi a cavallo.

L’iniziativa rappresenta anche un’occasione per riflettere su quanto scritto da Papa Francesco in una recente lettera apostolica. “Il presepe – ha spiegato il Santo Padre - è un invito a “sentire”, a “toccare” la povertà che il Figlio di Dio ha scelto per sé nella sua Incarnazione. É un appello a seguirlo sulla via dell’umiltà, della povertà, della spogliazione, che dalla mangiatoia di Betlemme conduce alla Croce”.

La rappresentazione vivente “Betlehem. Venite adoremus dominum” vivrà eventi collaterali: mercatini natalizi e degustazioni di prodotti tipici allieteranno i presenti. Momenti magici in cui fede e tradizione si mescolano e inducono i cuori degli uomini ad emozionarsi e ad inginocchiarsi dinnanzi al Bambinello, simbolo di umiltà e speranza.



Lascia il tuo commento
commenti