Da Palazzo di Città

Eco, il Festival della sostenibilità. Nel weekend alle Officine Culturali

Appuntamento in programma il 20, 21 e 22 Dicembre. Organizzano Comune e Fondazione “Pomarici Santomasi”

Attualità
Gravina martedì 17 dicembre 2019
di La Redazione
Officine culturali
Officine culturali © Comune di Gravina in Puglia

Un Natale nel segno dell’ambiente. Tra gli appuntamenti del cartellone natalizio gravinese c’è anche Eco, il festival della sostenibilità, che si svolgerà alle Officine Culturali il 20, 21 e 22 Dicembre prossimi.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Gravina in Puglia e dalla Fondazione “Ettore Pomarici Santomasi”, nasce per sensibilizzare ed educare le generazioni future ai temi della sostenibilità, dell'economia circolare e della preservazione degli ambienti naturali, nonché di un concetto di sostenibilità più ampio che comprende molteplici aspetti del nostro vivere.

Alla sua prima edizione, Eco debutta con il partenariato del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, della Regione Puglia e dei Presìdi del Libro. La giornata inaugurale del 20 Dicembre sarà aperta, nel pomeriggio, da un laboratorio per adulti dedicato alla tintura e alla stampa naturale, “Indigo Print&Dye”, in cui Karen Modeo e Maria Martinese condurranno alla scoperta di procedimenti, ingredienti e tempi per la tintura naturale dell'indaco. La serata proseguirà con un talk di approfondimento sulla moda sostenibile, dal titolo “Esthetica. La moda tra etica ed estetica”, che ospiterà, oltre a Maria Martinese, anche Filippo Clemente, fondatore di “Pecore Attive”, e la fashion blogger Lucrezia Russo. Modererà i lavori la presidentessa di “Rèn collective”, Francesca Mitolo. Seguirà la proiezione del documentario “The True Cost”, diretto da Andrew Morgan, sull’impatto della Fast Fashion Industry sulle persone e sul pianeta. In coda, l'inaugurazione delle mostre di Eco Festival, con i vincitori dell'Eco Contest e la mostra fotografica “Làscito”, di Vincenzo Borrelli.

La giornata di Sabato 21 Dicembre si aprirà con due laboratori destinati ai bambini di diverse fasce d'età, con l'artista Adriana Cordero che - a partire da alcuni albi illustrati - inviterà a riflettere e creare sui temi della sostenibilità. Nel pomeriggio sarà la volta di “La seconda vita delle cose”, il laboratorio di eco – design condotto da Andrea Toriello, che attraverso la filosofia del riuso creativo suggerirà modalità e reinterpretazioni di oggetti di uso quotidiano destinati spesso al cassonetto, ma che invece detengono un potenziale creativo da dischiudere. Nello specifico, si vedrà come sia possibile realizzare una lampada da un soffione della doccia. La serata proseguirà con il talk “Questa è l'acqua!”. Interverranno il docente dell'Università di Bari, Dino Borri; il documentarista Rai Guido Morandini e il sindaco di Gravina, Alesio Valente. A moderare, il direttore del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, Domenico Nicoletti.

Infine, il 22 Dicembre, spazio alla musica: dopo il laboratorio pomeridiano per bambini, la sala delle Officine Culturali dalle 21 vedrà l'avvicendarsi di musicisti da tutta Italia. L'opening act sarà affidato alla cantautrice romana Valentina Polinori, mentre il gruppo di punta della serata sarà quello dei Canarie, portatore di un indie- pop da ritmi vibranti. A chiudere, SIDI, batterista e producer che mescola l'improvvisazione all'elettronica minimale e ricercata.

Avvertenze: tutti gli eventi del festival sono ad ingresso gratuito. Per info e iscrizioni ai laboratori scrivere a ciao@hortusofficine.com.
Lascia il tuo commento
commenti