Da Palazzo di Città

Si insedia la Consulta delle persone con disabilità

Nove i componenti: per un anno sarà presieduta dalla vicesindaca Matera

Attualità
Gravina mercoledì 20 novembre 2019
di La Redazione
Consulta delle persone con disabilità
Consulta delle persone con disabilità © Comune di Gravina

Si è insediata la Consulta comunale permanente per le politiche a favore delle persone con disabilità. L’avvio dei lavori dell’organismo consultivo è avvenuto alla presenza di tutti i suoi componenti, 9 in tutto, tra i quali diversi esponenti di associazioni attive nel campo della disabilità ed alcuni cittadini con familiari disabili.

Nel corso della prima seduta, servita per verificare la regolarità della composizione della Consulta, si è provveduto alla designazione del primo presidente che, a termini di regolamento, per il primo anno di attività dovrà coincidere con la figura dell’assessore pro tempore alle politiche sociali, incarico attualmente ricoperto dalla vicesindaca Maria Nicola Matera. Sbrigate quindi le formalità prettamente amministrative, si è deciso di aggiornare le attività ai giorni a venire, per entrare nel vivo e nel merito delle questioni afferenti la disabilità. «Il passo compiuto – commenta l’assessora Matera – è rilevante, e non solo sotto il profilo simbolico: dopo l’approvazione da parte del consiglio comunale, lo scorso Dicembre, del Regolamento istitutivo della Consulta, l’organismo ha formalmente iniziato il suo cammino. Trova così concretizzazione un impegno assunto con la città.

Nel raccordo tra istituzioni, associazioni e cittadini troverà adesso nuova linfa la promozione della qualità di vita delle persone con disabilità, attraverso iniziative volte alla rimozione di tutte quelle barriere architettoniche, culturali, comunicative e tecnologiche che, allo stato, limitano o impediscono l'esercizio dei diritti per realizzare le condizioni di pari opportunità in tutti gli ambiti della vita sociale». In particolare, la Consulta si occuperà – tra l’altro - di favorire iniziative di conoscenza della realtà del mondo delle persone disabili, stimolando inoltre l’organizzazione di seminari, incontri e dibattiti sui problemi inerenti la condizione delle persone disabili ed intervenendo, sia pur con poteri consultivi, nella definizione di tutti gli atti amministrativi di programmazione riguardanti il mondo della disabilità.

Lascia il tuo commento
commenti