Bilancio positivo per i quattro giorni della sentita manifestazione religiosa e civile

Festa del Santissimo Crocifisso: boom di consensi per l’edizione 2019

Ieri il gran finale in piazza Pellicciari con il concerto di Enrico Ruggeri

Attualità
Gravina martedì 21 maggio 2019
di La Redazione
Festa del Santissimo Crocifisso
Festa del Santissimo Crocifisso © Carlo Centonze

Cala il sipario sull’edizione 2019 della Festa del Santissimo Crocifisso, svoltasi a Gravina in Puglia dal 17 al 20 Maggio scorsi e organizzata dalle omonime associazione e comunità parrocchiale, in collaborazione col Comune di Gravina in Puglia. A chiudere il ricco programma della manifestazione, il concerto del lunedì del cantautore milanese Enrico Ruggeri che ha affollato di gente piazza Pellicciari.

Profonda devozione, innumerevoli novità, angoli culturali ed infinito spettacolo: un mix perfetto di componenti ha reso indimenticabili i quattro giorni di festa all'insegna della fede e delle tradizioni.

Registrato, anche per questa edizione, il boom di consensi ed applausi. I festeggiamenti in onore del Santissimo Crocifisso sono stati vissuti con grande partecipazione dall’intera comunità gravinese e da devoti e curiosi provenienti da paesi limitrofi e lontani. Soddisfatti gli abituali fruitori dei social. La festa è stata infatti raccontata anche sulla Pagina Facebook ufficiale ( @FestadiCristo ) con continui aggiornamenti in tempo reale.

I momenti clou del tradizionale evento di culto?

La Santa messa domenicale; il rito della benedizione dei campi; il tradizionale momento dell'asta (ad aggiudicarsela quest’anno, con un’offerta pari ad 8000 €, un gruppo di agricoltori); la Solenne processione serale per le vie della città con la Venerata Immagine del Santissimo.

Ampio spazio riservato anche quest’anno ai gravinesi distintisi nel mondo per il loro impegno, i successi professionali e l’attaccamento agli ideali che il Crocifisso incarna. Al maestro e tenore Leonardo Gramegna, universalmente noto ed apprezzato per la sua attività accademica di studio ed insegnamento nel campo della musica, è stata tributata l’Onorificenza della cittadinanza gravinese.

Non meno interessante la finestra culturale dedicata alle lotte bracciantili per il pane e il lavoro e per la Ricostruzione dopo il fascismo, con la presentazione del libro del prof. Michele Gismundo. Ad arricchire di storia la suggestiva location del chiostro di San Sebastiano nei giorni di festa, ci ha pensato Carlo Centonze con la sua mostra fotografica "Gravina: città delle delizie": 24 scatti che riproducono gli scorci mozzafiato della città del grano e del vino.

Tra le novità del programma civile di questa edizione, grande risposta di pubblico per il Suda Festival, evento organizzato dal Beat Fest e nato con l’idea di unire tradizione ed innovazione in vari contenitori storici e di ritrovo della città di Gravina. Non ha inoltre deluso le aspettative della vigilia la sagra della focaccia e della verdeca, arricchita dalla partecipazione dei figuranti dell’associazione culturale “Conte Giovanni di Montfort”. A riguardo, attestati di merito sono stati assegnati al panificio delle sorelle Corrado ed ai vini delle cantine dell’azienda agricola Fiore.

Poi ancora, la suggestiva ed imperdibile traversata sul filo di luce nel cielo di Gravina del funambolo Andrea Loreni targata "Lúmina" e lo spettacolo unico dei fuochi pirotecnici.

«Ringrazio ognuno di voi a nome del Comitato per la partecipazione», così il presidente dell’associazione culturale “SS. Crocifisso”, Serafino Dipalma si è rivolto a chi ha preso parte ed ha reso possibile la realizzazione della festa. Alle sue parole ha fatto eco il messaggio di don Giuseppe Loizzo: «È stato il primo anno che ho accompagnato la festa del Santissimo Crocifisso e ho potuto toccare con mano la fede di questo popolo in questa bellissima immagine, non solo nell’arte ma che dà anche lo sguardo di un Cristo che ci apre alla speranza, alla luce. Grazie a quanti di voi hanno contribuito e a quanti hanno creduto a questa festa. Il poco di tutti è il molto che questi giorni è stato sotto i nostri occhi.»

In coda, il messaggio del sindaco Valente: «Abbiamo trascorso giorni fantastici. Grazie alla collaborazione col comitato stiamo raggiungendo risultati importanti.»

Appuntamento al prossimo anno con un’altra edizione della festa tutta da vivere.


A seguire l'esito dell'estrazione della lotteria del Santissimo Crocifisso 2019:

I biglietti vincenti.

1) Premio - Automobile, n. 5142
2) Premio - Poltrona, n. 4452
3) Premio - Tv, n. 0015
4) Premio - Bicicletta, n. 7125
5) Premio - Weekend, n. 7960.

Lascia il tuo commento
commenti