Da Palazzo di Città

Emergenza Covid – 19: nuova ordinanza del sindaco Valente

Chiusi i parchi, parcheggi gratuiti, rimodulazione negli orari della Ztl fino al 30 Aprile

Attualità
Gravina mercoledì 07 aprile 2021
di La Redazione
Alesio Valente proclamato sindaco
Alesio Valente proclamato sindaco © n.c.

Una nuova ordinanza del sindaco Alesio Valente proroga sino al prossimo 30 Aprile le misure restrittive nella città di Gravina in Puglia.

Nel provvedimento vengono disposte le chiusure degli esercizi pubblici, la cui apertura nella zona rossa resta disciplinata dagli allegati 23 e 24 del Dpcm, con la possibilità di effettuare l’asporto sino alle 20.30 per le attività di ristorazione, con chiusura prevista dalle 18 alle 7 del giorno successivo per i distributori h24 di alimenti e bevande. Il provvedimento sindacale proroga inoltre l’efficacia delle precedenti disposizioni per quanto riguarda il contingentamento degli ingressi al cimitero comunale, fino ad un massimo di 700 persone contemporaneamente presenti all’interno del camposanto; dalle 10 alle 30 unità invece potranno recarsi presso le cappelle gentilizie delle confraternite, a seconda della capienza di queste ultime; restano chiusi i parchi pubblici – salvo per quanti abbiano comprovate esigenze di salute - i circoli privati, i phone center, gli internet point, sale giochi e sale scommesse.

Prorogata anche la rimodulazione degli orari della Ztl – attiva dalle 24 alle 6 nei giorni feriali e dalle 24 alle 19 nei festivi – restano gratuite le zone di sosta delimitate dalle strisce blu.
Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare l’ordinanza sindacale, pubblicata integralmente sul sito www.comune.gravina.ba.it

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 09 aprile 2021 alle 14:36 :

    Vietati dappertutto gli assembramenti. Tranne che negli hub vaccinali, dove è consentito e disposto, non solo tollerato farli. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 09 aprile 2021 alle 12:52 :

    Pochi vaccini ma tantissime restrizioni. Rivelatesi fin qui inutili se non addirittura controproducenti. Il virus non colpisce solo dopo le 18. E all'aria aperta si compie 1 contagio su mille, praticamente nessuno. Rispondi a Franco

  • Franco ha scritto il 07 aprile 2021 alle 16:59 :

    Ci danno chiusure invece di vaccini. Comodo così, per loro. Ma lo studio pubblicato oggi dai giornali dice chiaramente che solo 1 (uno) contagio su 1.000 (mille) avviene per strada, all'aperto. A che serve tutto ciò? Rispondi a Franco