Nell’ambito del progetto P.A.T.H., finanziato dal programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014/2020

"Promoting my Aspiring Geopark": al via il concorso studentesco promosso dal Parco dell’Alta Murgia

​Studenti pugliesi, tra i 13 e i 19 anni, residenti nei Comuni del Parco sono i destinatari del concorso a premi. Dovranno ideare un logo rappresentativo dei suoi tesori geologici

Attualità
Gravina venerdì 29 gennaio 2021
di La Redazione
Pulo di Altamura
Pulo di Altamura © Parco Nazionale Alta Murgia

Al via il concorso a premi "Promoting my Aspiring Geopark", promosso dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia nell’ambito del progetto P.A.T.H. “Promoting Area Attractiveness through Hiking and Introducing a Different Touristic Approach”, che coinvolge gli studenti dei comuni del Parco nell’ideazione di un logo rappresentativo dei suoi tesori geologici; il logo accompagnerà la candidatura a Geoparco Unesco avviata dall’Ente in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali dell'Università di Bari.

Studenti tra i 13 e i 19 anni sono chiamati a progettare un logo che raffiguri, con immagini grafiche creative, uno o più geositi del Parco tra quelli promossi dagli itinerari del progetto P.A.T.H., valorizzando e divulgando il vasto patrimonio geologico dell’Alta Murgia, che comprende elementi di geodiversità di interesse mondiale come la Cava dei Dinosauri e la Grotta di Lamalunga.

L’iniziativa rientra nel progetto P.A.T.H. finanziato nell'ambito dell'Asse Prioritario 2 “Gestione Ambientale Integrata” del Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014/2020, che mira a creare nuovi percorsi tematici nella Grecia Occidentale e in Puglia per offrire ai visitatori la possibilità di scoprire bellezze naturali, zone umide, aree ricche di biodiversità e punti di interesse storico-culturale su coste, alture e montagne.

Il Parco dell’Alta Murgia è tra i partner italiani del progetto insieme all’Istituto per le Tecnologie della Costruzione - Consiglio Nazionale delle Ricerche e all’Ente Riserve Naturali Regionali Orientate del Litorale Tarantino Orientale; sul fronte greco sono invece partner l'Unione Regionale dei Comuni della Grecia Occidentale (leader del progetto) e la Regione della Grecia Occidentale.

«L’iter di candidatura a Geoparco prevede quest’anno attività che coinvolgono anche le scuole – dichiara Francesco Tarantini, presidente Pnam – per diffondere tra gli studenti il valore della geodiversità dell’Alta Murgia. I più giovani mostrano maggiore apertura al cambiamento quindi è necessario renderli consapevoli del territorio e delle sue potenzialità, che spesso ignorano presi da una pluralità di stimoli. Con il progetto P.A.T.H. li rendiamo parte attiva nella promozione del nostro Parco, sensibilizzandoli alla conoscenza e al suo rispetto».

Il contest "Promoting my Aspiring Geopark" prevede differenti tipologie di premi rivolti alle prime tre classi che otterranno il maggior punteggio, tra cui tablet, videoproiettori, chiavette USB e T-shirt. La valutazione sarà svolta da una apposita commissione e in base a criteri stabiliti dal regolamento.

Oltre al concorso studentesco, il progetto P.A.T.H. comprende lo studio e la valorizzazione di 13 itinerari presenti nel territorio del Parco, la realizzazione di video esperienziali a 360 gradi, la creazione di un sentiero destinato a persone con bisogni speciali, un’applicazione per visitare gli itinerari del progetto e un portale interattivo con una voce narrante, in lingua italiana e inglese.

Disponibili sul sito del Parco il regolamento del concorso, una guida degli itinerari e i moduli di iscrizione: https://www.parcoaltamurgia.gov.it/index.php/ente-gestore/news-ed-eventi/2338-promoting-my-aspiring-geopark.

Lascia il tuo commento
commenti