A comunicarlo, con una nota, è l'Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali

L’Arcivescovo Ricchiuti in preghiera tra gli ammalati di Covid-19 del territorio

Il vescovo nei giorni scorsi ha fatto visita ai pazienti e al personale del Miulli di Acquaviva delle Fonti e del Perinei ad Altamura

Attualità
Gravina sabato 16 gennaio 2021
di La Redazione
Mons. Ricchiuti
Mons. Ricchiuti © Ufficio Comunicazioni Diocesi

Il vescovo della Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti nei giorni scorsi ha fatto visita ai pazienti e al personale del presidio ospedaliero Regionale dell’Ente Ecclesiastico “F. Miulli” di Acquaviva delle Fonti (il 23 Dicembre 2020) e dell’Ospedale della Murgia “Fabio Perinei” di Altamura (il 4 Gennaio 2021, giorno del 7° anniversario del suo ingresso in Diocesi) per dar loro sostegno e conforto.

A comunicarlo, con una nota, è l'Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali.

«Un gesto di vicinanza e di fraternità molto apprezzato, quello del presule, che “ha fatto sue” le parole riportate da Papa Francesco nel Messaggio per la 54ma Giornata Mondiale della Pace, ricordando quanto sia importante vivere la cultura della cura, condividendo il proprio tempo e mettendosi accanto gli uni agli altri, soprattutto a color che oggi vivono il dramma del corona virus. Nella sua duplice visita, Mons. Ricchiuti ha vestito i panni del vero Pastore portatore di speranza e incoraggiamento per le persone ammalate di Coronavirus, pregando con loro e impartendo agli stessi la sua benedizione».

Accolto (in entrambe le circostanze) da delegazioni di sanitari, l'Arcivescovo ha inoltre rivolto loro parole di infinita gratitudine per la generosa e infaticabile “missione” compiuta sempre con il sorriso sulle labbra anche in un tempo così complesso per il nostro Paese e per il mondo intero.

Lascia il tuo commento
commenti