Il Parco dell'Alta Murgia: un logo per la candidatura a Geoparco-UNESCO. Primo premio al Federico II

Mariacarla Quaranta LiveYou - Attualità
Gravina di Puglia - lunedì 29 marzo 2021
Il Parco dell'Alta Murgia: un logo per la candidatura a Geoparco-UNESCO. Primo premio al Federico II
Il Liceo Artistico Federico II Stupor Mundi si è aggiudicato il primo premio al concorso «Promoting my Aspiring Geopark», indetto dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Il concorso richiedeva l’ideazione di un logo per la candidatura a Geoparco–UNESCO dell’area del Parco, nell’ambito del progetto P.A.T.H., finanziato dall’Unione Europea, ed era rivolto a tutti gli studenti delle scuole dei comuni rientranti nel territorio murgiano. L’iter di candidatura a Geoparco-UNESCO ha voluto coinvolgere le scuole per diffondere tra gli studenti, come aveva dichiarato il presidente del Parco, Francesco Tarantini, in occasione della presentazione del concorso, “il valore della geodiversità dell’Alta Murgia e renderli parte attiva nella promozione del Parco”. Con questo spirito gli studenti del Liceo Artistico Federico II si sono cimentati nella realizzazione del logo, spinti dalla voglia di dare spazio alla loro creatività e dalla curiosità di conoscere meglio il territorio. L’ideazione dei loghi, infatti, è stata preceduta da un lavoro di ricerca della varietà e ricchezza dei siti geologici presenti nell’Alta Murgia, facendo riscoprire ed apprezzare il patrimonio naturalistico del Parco. Successivamente è seguita la fase creativa con la produzione di loghi rappresentativi di alcuni siti geologici dell’Alta Murgia. Il primo e il secondo premio sono andati agli alunni della classe IV B, Alessia Cristiani, Rosa Dimatteo, Daniele Palumbo, Johanna Ricchiuti, Ilaria Zecchillo, Francesca Diaferia e Denise Papagni, dell’indirizzo Arti figurative, guidati dai professori Francesca De Chirico e Paolo De Santoli. La premiazione, dati i tempi di pandemia, si è svolta online il 26 marzo, ma questo non ha sminuito o reso meno coinvolgente il momento, anzi l’incontro virtuale ha creato un clima di vicinanza spirituale nella comune consapevolezza di essere custodi e promotori di un patrimonio unico e straordinario. Il logo classificatosi primo richiama, attraverso le lettere A e M, le iniziali del Parco dell’Alta Murgia, le quali ben si prestano per la loro geometria ad essere ottimi suggeritori di una delle caratteristiche principali del territorio dove affiorano con forza i morbidi altopiani collinari. In definitiva le lettere A-M sono l’emblema grafico e stilizzato della natura manifesta della Murgia. La tecnica di comunicazione grafica adottata si è servita di mezzi semplici quali matite, biro, pennarelli, pastelli colorati, colori acrilici, ma anche dell’uso del fotocopiatore ed ha permesso di far emergere con forza il segno grafico ed il tratteggio la cui durezza ricorda quella del territorio murgiano, disseminato di frammenti di roccia nuda che, sollecitata dalla pioggia e sempre pronta a ricevere la lenta operosità delle acque, ci consegna un paesaggio ricco di fascino e storia. L’elaborato nella sua freschezza ha descritto in uno spaccato quello che è stato e continuerà ad essere l’azione degli agenti atmosferici sulla duttile superficie murgiana in un accostamento tra pioggia, vento, acqua e terra, simboli universali del fluire e rifluire della vita dell’uomo e di una natura in continuo movimento che si apre al cielo in forme ondulate o si immerge in scenografiche conformazioni sotterranee come cunicoli, grotte, inghiottitoi, caverne. Il logo premiato al secondo posto riproduce le orme di dinosauri rinvenute presso la Cava Pontrelli, nell’agro di Altamura, precisamente due orme di sauropodi, dinosauri erbivori e bipedi, risalenti a circa 80 milioni di anni fa. Il banco calcareo ha suggerito nuovamente l’utilizzo delle iniziali A ed M del parco dell’Alta Murgia, che divengono emblema grafico e stilizzato delle stesse fessurazioni presenti nella cava e formatesi nei millenni durante il processo di sedimentazione del fango. La sagoma del logo presenta, inoltre, un ottagono, con cui gli studenti del Federico II hanno voluto omaggiare Castel del Monte, monumento simbolo del nostro territorio e già patrimonio UNESCO, sedimentato nell’immaginario collettivo come la corona di pietra della nostra Murgia, con l’auspicio che anche il Parco Nazionale dell’Alta Murgia possa essere riconosciuto come Geoparco-Unesco.
Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti