Tutto pronto per “Cantine Aperte in Vendemmia”. Il programma a Torrevento

corato
il 22 settembre 2019 alle ore 10:00

Previste visite in cantina con percorso guidato, visite nei vigneti con servizio navetta, degustazioni di vini e prodotti gastronomici pugliesi, laboratori di degustazione, musica dal vivo, degustazioni di gelato al Nero di Troia

Indirizzo SP 234, km 10,600, 70033 Corato BA

Tutto pronto per “Cantine Aperte in Vendemmia”. Il programma a Torrevento
n.c. © n.c.

Tutto pronto per “Cantine Aperte in Vendemmia”, la festa del vino delle cantine del Movimento Turismo del Vino.

Un'occasione da non perdere per dare piacevolmente il benvenuto all'autunno visitando le aziende partecipanti, incontrando i produttori, degustando i vini di produzione. L'appuntamento è per domenica 22 settembre, unica data in Puglia.

Ad aprire nella zona di Castel del Monte saranno Mirvita Opificium ArteVino Tor de' Falchi a Minervino Murge, Rivera e Conte Spagnoletti Zeuli ad Andria, Mazzone a Ruvo di Puglia e Torrevento a Corato.

Ricco il programma nella cantina coratina, aperta dalle 10 alle 13.30 e dalle 15 alle 18. Previste visite in cantina con percorso guidato, visite nei vigneti con servizio navetta, degustazioni di vini e prodotti gastronomici pugliesi, laboratori di degustazione, mostra all'aperto, musica dal vivo, degustazioni di gelato artigianale al Nero di Troia, oltre a giochi e gonfiabili per bambini.

Il riconoscimento. Intanto il Vigna Pedale Castel del Monte Rosso Riserva Docg 2016 si aggiudica anche quest'anno il Riconoscimento dei Tre Bicchieri della Guida Gambero Rosso “Vini d'Italia 2020”. Si tratta del 13esimo anno consecutivo di Premi Tre Bicchieri conseguiti da Torrevento su vini ottenuti dalla sapiente vinificazione dell’uva autoctona di Castel del Monte: il Nero di Troia (11 annate di Vigna Pedale, 1 annata di Ottagono e 1 annata di Bolonero).

Torrevento ha conseguito il Premio Speciale Gambero Rosso 2019 per la “Vitivinicoltura sostenibile”, «un premio importante - commentano dall'azienda - che riconosce l’impegno della cantina, certificata Equalitas, finalizzato alla tutela e alla valorizzazione del territorio tramite un lavoro di ricerca e di sperimentazione per la produzione di vini di eccellenza, basata su una filosofia etico/sociale, ambientale ed economica “sostenibile"».