Il 17 e il 18 marzo

Bitonto come King’s Landing con il raduno dei fan del Trono di Spade

L’idea del sindaco Abbaticchio, grande appassionato della serie tv di culto. Due giorni con i doppiatori di Jon Snow e Daenerys Targaryen, cosplayer, concerti, laboratori, giochi di ruolo e la visita virtuale a "La Barriera"

Gravina mercoledì 07 marzo 2018
di Nicola Palmiotto
Jon Snow a Bitonto, arriva il raduno dei fan del
Jon Snow a Bitonto, arriva il raduno dei fan del "Trono di Spade" © Facebook - Le cronache del trono

Che ci fa Jon Snow, in tenuta da Guardiano della notte, sotto la neve a Bitonto? Il meme, che ha preso spunto dall’insolita ondata di freddo della scorsa settimana, serve per lanciare “Le cronache del Trono”, il raduno nazionale dei fan del “Trono di spade” che si terrà a Bitonto i prossimi 17 e 18 marzo, un evento organizzato da Gemass e Fanfara.

Si tratta, per quei due o tre che ancora non lo sapessero, della serie tv cult di genere fantasy prodotta dalla Hbo basata (almeno inizialmente) sul ciclo di romanzi “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” di R.R. Martin, che raccontano la lotta per la conquista dei Sette Regni a base intrighi, sesso, sangue, magia e draghi sputafuoco. Una ricetta talmente perfetta che in sette stagioni è diventata non solo una pietra miliare nella storia delle serie tv, ma è stata capace di creare un fandom, cioè una comunità di appassionati seguaci. Tra cui il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio.

Bitonto come King's Landing
«L’idea - spiegano gli organizzatori - è partita proprio dal sindaco. Ha conosciuto dei ragazzi che organizzavano una manifestazione simile in Toscana e si è detto perché non farla a Bitonto?». Solo che qui hanno deciso di fare le cose davvero in grande, trasformando Bitonto in King’s Landing, con tanto di trono di spade, sul quale farsi scattare foto ricordo, che sarà posizionato al piano terra del Torrione Angioino. Da qui, sempre nella stessa location, si potrà partire per un percorso interattivo che promette di far rivivere le scene più suggestive e i momenti salienti della serie-tv, grazie alla presenza di attori e cosplayer.

Ma ci sarà anche la possibilità di farsi truccare come i propri eroi preferiti, cimentarsi in giochi di ruolo, ammirare il raduno dei metalupi, i famosi animali feticcio della casata Stark, immergersi, grazie alla realtà virtuale, negli scenari de “La Barriera” (Convivium Sancti Nicolai), dare un’occhiata ad una mostra fotografica (Officine culturali) o cimentarsi con il tiro con l’arco e la spada con la Compagnia di Rievocazione Storica Imuratus (Chiostro di San Domenico). Non mancheranno la mostra mercato dedicata a oggetti, fumetti, abbigliamento e memorabilia, gli spettacoli di giocolieri (piazza Cavour) e il concerto sinfonico al teatro Traetta, che interpreterà i brani più significativi della serie tv, compreso il famosissimo tema (sì, quella musica che avete in mente proprio adesso).

Dracarys
«Stiamo registrando molto interesse, sia dalla Puglia che da fuori regione - assicurano gli organizzatori -. Game of Thrones infatti è una serie molto amata, probabilmente per la sua magia e per la concatenazione di eventi e intrighi che la rendono molto affascinante». Il clou della manifestazione è previsto quando Daniele Giuliani e Letizia Ciampa, rispettivamente i doppiatori in italiano di Jon Snow e Daenerys Targaryen, la cui alleanza/storia d’amore cripto-incestuosa ha fatto letteralmente impazzire i fan nell’ultima stagione, incontreranno gli appassionati al teatro Traetta (sabato e domenica). Sentire la Ciampa/Tragaryen che pronuncia il fatidico «Dracarys», probabilmente varrà da solo il prezzo del biglietto.

Domenica sarà presente anche Davide Perino che doppia Loras Tyrrel. Ma il mondo bitontino del Trono di Spade prevede anche tantissimi altri eventi: concerti, dj-set, spettacoli di fuoco, una gara di cosplayer, la master class di disegno con Alessio Fortunato del team dei disegnatori della Bonelli (biblioteca comunale) e il racconto di aneddoti e curiosità con gli youtuber Victorlaszlo88, Caleel e Matioski (in piazza Cavour). Chissà che non sia l’occasione buona per conoscere qualche dettaglio in più sull’ottava stagione, che sarà anche l’ultima. Ma per guardarla dovremo aspettare un altro lunghissimo inverno.

Lascia il tuo commento
commenti