La nota

Il centrodestra attacca Valente: «Città allo sbando, senza guida e senza strategia»

"Primavera Popolare", "Mimmo Romita Sindaco", "Noi con l'Italia", "Forza Italia" e "Fratelli d'Italia" criticano l'attuale situazione politico-amministrativa gravinese

Politica
Gravina domenica 12 agosto 2018
di La Redazione
Alesio Valente procalamto sindaco di Gravina
Alesio Valente procalamto sindaco di Gravina © n.c.

"É in corso ormai da tempo nella nostra città un dibattito aperto e sincero sulla situazione politico-amministrativa gravinese, non solo alla luce dell’infelice duplice esperienza dell’amministrazione Valente, ma più in generale della storia degli ultimi decenni di gestione della cosa pubblica cittadina, che, purtroppo, non trovando validi interlocutori politici in più sedi ha come catastrofica conseguenza quella di un inefficace programmazione sui temi grandi e una conseguente mancata risoluzione delle problematiche che interessano un’intera comunità."

Si apre così un duro attacco rivolto all'attuale macchina amministrativa della città, guidata dal sindaco Alesio Valente. Una nota pervenuta in redazione, sottoscritta dalle locali forze politiche di centrodestra ("Primavera Popolare", "Mimmo Romita Sindaco", "Noi con l'Italia", "Forza Italia" e "Fratelli d'Italia").

"Una gestione, - si legge nel documento - in mano alle sinistre dal dopoguerra, eccezion fatta per alcune brevi parentesi. Una gestione senz’anima, una politica senza una visione di città. Siamo di fronte ad un trasformismo istituzionalizzato che ha fatto dell'assenza di una vera e concreta programmazione la sua ragione sociale. Tante le lacune, le inadempienze, i ritardi che questo sindaco, unitamente al Partito Democratico, agli altri partiti e ai singoli consiglieri che ancora lo sostengono, sta provocando ai danni della città, a causa della mancanza di un progetto, di una comune visione, di un afflato ideale, essendo impegnato unicamente a mantenersi in sella accontentando questa o quella richiesta dei consiglieri della sua maggioranza."

"Le amministrazioni a guida Valente - denunciano - sono state solamente capaci di perdere finanziamenti preziosi, come quelli derivanti dal ristoro del parco eolico, un’operazione che finora ha solo portato scempio ambientale al nostro territorio, o di promettere opere e progetti come l'ente fiera, il canile sanitario, le scuole comunali, da realizzare nei primi cento giorni del primo mandato (2012) da Sindaco e che purtroppo restano ancora oggi come tanti miraggi."

"Le amministrazioni Valente - a detta delle sopraccitate forze politiche - passeranno alla storia per aver bloccato i lavori della piscina comunale, opera tanto attesa dall’intera comunità, appaltata dall’amministrazione Divella e bloccata senza motivo apparente da questo Sindaco, le eterne inaugurazioni, come quella del Parco Robinson, finalizzate solo a fare propaganda e senza che segua mai un’effettiva fruizione del bene in questione, dei ripetuti protocolli d’intesa, come quello sull’entrata di Gravina nell’Unesco, che resteranno lettera morta alla vigilia di un evento storico come Matera 2019, mentre non si hanno più notizie del tanto discusso “Museo dell’Acqua e della Pietra”. Senza dimenticare lo stravolgimento di progetti, finanziati dalle precedenti amministrazioni, che hanno deturpato il centro storico e denaturalizzato la piazza di via Genova. Per non parlare del primato assoluto di questa amministrazione nell’aumentare la tassazione, portando tutti i tributi al massimo con i servizi al minimo."

"In questi anni - proseguono - abbiamo concesso al Sindaco e all’amministrazione il beneficio del dubbio, credevamo giusto concedere il tempo necessario per programmare e attuare quanto promesso in campagna elettorale, perché siamo mossi da spirito costruttivo e non disfattista, ma quello che oggi vediamo, è una città allo sbando, senza guida e senza strategia, dove si vive alla giornata sperando di svegliarsi il giorno dopo ancora in sella alla poltrona, dove niente è migliorato tanto e stato sprecato. Per questi motivi non possiamo più restare inermi difronte al declino inarrestabile che l’amministrazione Valente sta causando alla nostra comunità."

"Siamo convinti - concludono - che occorra ripartire dai valori e dai principi ispiratori dell’area di centrodestra, gli unici capaci di ridare una prospettiva di sviluppo, sicurezza e legalità alla nostra comunità. Siamo convinti che bisogna realizzare una sinergia nella città che vada oltre i personalismi, le dispute ideologiche, che metta assieme le forze migliori della nostra comunità, le persone di buona volontà,unite da una visione di ampio respiro, che veda insieme tutti coloro che condividono l'idea di riscatto della nostra città e vogliono mettere il proprio impegno politico e civile a disposizione di un progetto che guardi alle generazioni future, che ricostruisca le condizioni per uno sviluppo economico, culturale e sociale capace di risvegliare l'orgoglio di dirsi e sentirsi gravinesi."

In coda al comunicato, un augurio di buone vacanze rivolto ai gravinesi ed un invito a settembre con un evento pubblico dove "evidenzieremo le tante inadempienze e incrostazioni dell’attuale amministrazione ma soprattutto spiegheremo le nostre proposte per il rilancio della nostra città".

Lascia il tuo commento
commenti