Politica locale

Siglato un patto di federazione tra "Democratici e Socialisti" e "Gravina On"

«Desideriamo - affermano Dibattista e Loglisci - affermare con fermezza il principio della collegialità, della volontà popolare che ciascuno di noi rappresenta.»

Politica
Gravina lunedì 05 marzo 2018
di La Redazione
Patto tra Gravina On e Democratici e Socialisti
Patto tra Gravina On e Democratici e Socialisti © web

Un patto federativo e di consultazione tra "Gravina ON" e i "Democratici e socialisti".

É quello che è stato siglato nelle scorse ore dai due movimenti politici della nostra città. A confermarlo una nota pervenuta in redazione e sottoscritta dal segretario di Gravina ON, Giuseppe Loglisci e dal segretario dei Democratici e socialisti, Aldo Dibattista.

"Dopo pochi mesi di politica amministrativa vissuta all’interno della maggioranza che sosteneva il Sindaco Alesio Valente e la sua giunta, - si legge nel documento - noi Dirigenti del movimento politico Gravina ON e noi del movimento politico dei democratici e socialisti, abbiamo deciso di proseguire un percorso politico ed amministrativo nel segno della condivisione, della stima, dell’amicizia, della partecipazione democratica e soprattutto nella certezza che insieme si possa far fronte per intercettare e risolvere i bisogni della gente, soprattutto la più debole, disagiata, emarginata, i disoccupati, i piccoli imprenditori, i giovani, tutti coloro che dovrebbero avere speranza in una politica sana, trasparente e attenta verso la propria comunità."

"Abbiamo deciso - spiegano - di mettere insieme i propri laboratori di idee, di iniziative, di attività, di condividere la nostra passione politica e mentre altri partiti si frammentano, implodono, noi vogliamo aggregare, decidere insieme, confrontarci, con umiltà, con ascolto, con democrazia e rispetto di tutti.

Questa federazione è inclusiva e non esclusiva, è aperta a tutti, non vuole premiership, non desidera esercitare azioni ostili nei confronti di alcuni, ma intende fermamente esprimere le proprie opinioni, proposte, strategie per migliorare la nostra Città, la nostra gente; desideriamo affermare con fermezza il principio della collegialità, della volontà popolare che ciascuno di noi rappresenta."

"I prossimi mesi - aggiungono Loglisci e Dibattista - saranno importantissimi per la nostra Città, dobbiamo intensificare gli sforzi per creare occupazione, per cercare di crescere turisticamente affianco a Matera ed Altamura, ad intercettare le risorse europee più di quanto fatto finora, dobbiamo diventare strategici nella Città Metropolitana anche grazie alle risorse umane all’interno della federazione costituita, dobbiamo dare voce alle donne che rappresentano un valore aggiunto di creatività, intraprendenza, determinazione. Desideriamo rilanciare con forza l’agricoltura, da sempre patrimonio di inestimabile valore del nostro paese, creare cooperative, start up agricole, industriali, artigiane, turistiche, insomma vogliamo fare molto di più di quanto si è fatto finora.

Il tutto in sinergia con gli altri, nella maggioranza attuale e con la società civile che potrebbe partecipare attivamente alla crescita di Gravina e dei Gravinesi. Insieme si può, insieme si deve, con l’aiuto dei nostri leader locali, come il sindaco Valente, al quale va la nostra stima e fiducia, ai nostri rappresentanti della Città Metropolitana che bene stanno facendo ma che sicuramente faranno molto di più, al sindaco Decaro, presidente della Città Metropolitana che grazie anche al suo ruolo di presidente dell'ANCI, potrebbe prevedere per Gravina, su nostra pressione lecita e politica, ben più considerazioni economiche-occupazionali, al Presidente della Regione Puglia Emiliano che viste le sue fortissime potenzialità potrebbe prendere per mano Gravina e aiutarla a venir fuori dall’isolamento logistico e politico, infine anche grazie all’amico Marco Lacarra, potrà proseguire l’impegno affinchè Gravina diventi vetrina della Puglia. Noi ci crediamo e vogliamo farlo insieme, non escludendo nessuno, ripetiamo nessuno. Oggi noi ci mettiamo la faccia, l’impegno e la passione per una città migliore.

La federazione decide di nominare come portavoce Giuseppe Loglisci e Aldo Dibattista, che avranno il compito di rappresentare la sintesi delle decisioni assunte dai direttivi congiunti nei luoghi istituzionali e nelle eventuali comunicazioni di stampa."

Lascia il tuo commento
commenti