Amministrative 2017

Sentenza del Tar, "Con Alesio Valente Sindaco": «Lontani da falsi slogan di ripristino di legalità»

«Esprimiamo forte fiducia nella magistratura affinché siano ripristinate, in tempi utili, le volontà popolari a discapito di mancate diciture burocratiche. C’è una Città del Sorriso che aspetta»

Politica
Gravina domenica 14 gennaio 2018
di La Redazione
Con Alesio Valente sindaco
Con Alesio Valente sindaco © Con alesio Valente Sindaco

Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni, pervenute in redazione, e sottoscritte dal direttivo della lista civica "Con Alesio Valente sindaco" a seguito della sentenza del TAR che ha deciso di inficiare tutti gli atti della consultazione elettorale dell' 11 giugno 2017:

"Difronte agli ultimi avvenimenti politico amministrativi che hanno investito la nostra comunità, noi del Movimento Politico “Con Alesio Valente” forti della fiducia accordata nelle scorse elezioni per volere democratico della popolazione gravinese a sostegno del sindaco Alesio Valente, alla data odierna seppur basiti della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale non possiamo che esprimere tutta la nostra solidarietà e vicinanza alla amministrazione democraticamente eletta poiché coloro che millantavano al bene comune e alla crescita della nostra comunità, usando la magistratura e attaccandosi a cavilli e diciture mancanti sulla modulistica di presentazione di un lista presente nella nostra coalizione, hanno portato la vita amministrativa nella mani di un commissariamento.

Tanto premesso per esprimere profondamente l’indignazione verso quanto accaduto, senza però avvertire gli avvenimenti come una sconfitta ma come ulteriore punto di partenza che altro non può che fortificare la coesione del nostro Movimento e di tutta la nostra coalizione a sostegno del Sindaco Valente. Disconosciamo e rispondiamo pubblicamente alle forze politiche in minoranza e ai faccenti e pseudo sapienti individualisti, che sconfitti alle suddette elezioni si sono costituiti nel “PARTITO DELLA CARTA BOLLATA” presso un Tribunale Amministrativo senza pensare alle conseguenze di paralisi e immobilismo scaturite che inducono la comunità a sospensioni di crescita, di progettualità e sviluppo intavolati in questa prima parte di vita amministrativa a proseguo della scorsa amministrazione e al grande progetto politico iniziato nel 2012.

Ci allontaniamo dai falsi slogan di “ripristino di legalità” e dalle false tessiture e argomentazioni che in queste ore capeggiano le piazze virtuali e non, offendendo quel 54% di consenso espresso nelle urne. Invitiamo tutti alla moderazione e alla cooperazione per uscire quanto prima da una tale situazione di stallo se davvero si tiene al bene comune e alla crescita e progressione di una comunità, a prescindere dallo schieramento, dalle maggioranze o minoranze, dai cieli stellati e dalle carte bollate apposte sulle ferite elettorali. Esprimiamo forte fiducia nella magistratura affinché siano ripristinate, in tempi utili, le volontà popolari a discapito di mancate diciture burocratiche. C’è una Città del Sorriso che aspetta, e forti di questo sogno, con i piedi ben saldi a terra e una mano sulla coscienza diciamo fortemente: BASTA A TUTTO QUESTO."

Lascia il tuo commento
commenti