Nota a cura del Circolo G.D. di Gravina

Regolamento di cittadinanza attiva: I Giovani Democratici adottano l'aiuola di piazza Pellicciari

Il segretario Pasquale Stellacci: «Che gli altri colgano l’opportunità di fare qualcosa per la città»

Politica
Gravina lunedì 13 novembre 2017
di La Redazione
Giovani Democratici Gravina
Giovani Democratici Gravina © G D Gravina

I Giovani Democratici adottano un pezzetto di Gravina in Puglia grazie ad una convenzione siglata con Palazzo di Città.

Oggetto delle cure da parte dei ragazzi (d’età compresa tra i 16 ed i 29 anni) sarà l’aiuola di piazza Pellicciari, recante il busto di Giuseppe Di Vittorio.

Il “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini ed amministrazione per la cura e rigenerazione dei beni comuni - Cittadinanza attiva” lo consente dal 2016: «Abbiamo firmato il primo patto di collaborazione con il Comune di Gravina - spiega Pasquale Stellacci, Segretario dei Giovani Democratici - dando attuazione al regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione, per la cura e la rigenerazione dei beni comuni, i Giovani Democratici hanno deciso di adottare l’aiuola sulla quale insiste il busto commemorativo dell’On. Giuseppe Divittorio».

Non una scelta casuale la loro, così come precisa ancora il Segretario Stellacci: «Vogliamo curarci di un simbolo, di un esempio per tutti noi che rappresentiamo il futuro. Un uomo che è stato l’emblema di lotte bracciantili e testimonianza di valore storico, per una città a forte vocazione agricola come la nostra».

Un gesto che vuole essere un invito aperto a tutti i cittadini gravinesi: «Siamo stati i primi ad utilizzare questo tipo di strumento - conclude il Segretario dei GD - per migliorare il decoro urbano cittadino e lo facciamo nel segno della nostra storia, quella che ci hanno raccontato tante volte i nostri nonni e con la speranza che altri colgano al volo questa opportunità per fare la propria parte. Non serve incrociare le braccia sul petto e lamentarsi. Sciogliamo i nodi e facciamo in modo che queste braccia siano produttive per tutti. Per questo intendiamo ringraziare in particolar modo l'Assessore Paolo Calculli, che ha intuito subito l’importanza di raggiungere questo risultato».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette