Appuntamento in programma a partire dalle 17.30 presso il cinema Sidion di Gravina

"Fake news e giornalismo di pace", oggi in città un itinerario formativo sulla comunicazione

Incontro promosso dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti, con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti, dell’Università degli Studi di Bari e della Facoltà Teologica

Attualità
Gravina venerdì 11 maggio 2018
di La Redazione
generico giornalismo stampa
generico giornalismo stampa © n.c.

In occasione della 52ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali dal tema “Fake news e giornalismo di pace” e per approfondire il Manifesto per una comunicazione non-ostile in rete, venerdì 11 maggio, presso il Cinema SIDION in Gravina di Puglia (inizio ore 17.30), si terrà un incontro che ha per titolo: “LA VERITÀ VI FARÀ LIBERI – Fake news e giornalismo di pace”.

Saranno presenti, in qualità di relatori il Prof. Massimiliano Padula, docente di comunicazioni presso l’Istituto Pastorale della Pontificia Università Lateranense, Marilda Tria, giornalista; moderatore Vito Giordano, giornalista. Presente anche l’Arcivescovo Mons. Giovanni Ricchiuti.

L’incontro promosso dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti, con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti, dell’Università degli Studi di Bari e della Facoltà Teologica Pugliese, vuole aprire con leggerezza una finestra di riflessione condivisa che coinvolga tutti, dai giovani ai giornalisti, ad alzare il termometro dello spirito critico per contrastare la disinformazione: non solo le cosiddette “bufale”, ma anche le notizie dal contenuto ingannevole e fuorviante.

Questo momento di fo­rmazione alla comuni­cazione digitale è fondamentale e cerche­rà di sollecitare la riflessione intorno all’etica di questa cultura, avviare ai temi dell’educazione mediale (o meducaz­ione) e della ricerca della verità nell’­era delle fake news. Inoltre questo incontro vuole mettere in evidenza l’import­anza che hanno gli operatori pastorali e gli operatori della comunicazione di fr­onte ad un contesto mediatico caratteriz­zato da dinamiche co­gnitive e relazionali del tutto particol­ari: “oggi, il compi­to di tutti e di cia­scuno è quello di ed­ucar(si) all’esperie­nza digitale” (dal Messaggio di Papa Fra­ncesco).

Tutti coloro che par­teciperanno all’inco­ntro avranno la poss­ibilità di abbonarsi gratuitamente al qu­otidiano cattolico “Avvenire”, che arriverà dirett­amente a casa per un periodo di tre mesi.

L’incontro è accreditato all’Ordine dei Giornalisti (4CFU), al corso di laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Bari (0,25 CFU), all’Ufficio Scuola diocesano.

Lascia il tuo commento
commenti