Appuntamenti in programma questa sera e lunedì 18 dicembre con “Amore non amore”: nella rassegna letteraria Vera Slepoj e Adriana Pannitteri

Amore e violenza: due incontri in città per continuare a discutere sul tema

Il Primo cittadino: «Bisogna tenere alta l’attenzione su questi temi, certi che il dialogo possa smuovere le coscienze ed aiutare in qualche modo a riflettere»

Attualità
Gravina lunedì 04 dicembre 2017
di La Redazione
Violenza sulle donne
Violenza sulle donne © n.c.

Trovare alternative alla violenza non è semplice ma occorre parlarne, riflettere.

É questa l’essenza della rassegna letteraria “Amore non amore” promossa dalla Casa Comunale tramite l’Assessore alle Politiche di genere Claudia Stimola. Il 4 ed il 18 dicembre, alle Officine Culturali “Peppino Impastato” Vera Slepoj e Adriana Pannitteri racconteranno l’amore, rispettivamente nelle vesti di psicologa e di giornalista.

La prima è già membro di tutte le commissioni ministeriali per l’attivazione dell’ordine professionale e presiede anche la Federazione italiana psicologi e l’International Health Observatory. La psicologa questa sera alle 19 parlerà del suo ultimo libro “La psicologia dell’amore” pubblicato da Mondadori, nel quale si riflette sulla genesi, sulla funzione e sull’evoluzione dell’amore per fare in modo che venga vissuto con maggiore consapevolezza.

Adriana Pannitteri narrerà, durante l'incontro in programma il prossimo 18 dicembre, le terribili storie del suo “Cronaca di un delitto annunciato”, edito da L’asino d’oro edizioni. La Pannitteri è una giornalista del Tg1, per il quale ha seguito scottanti casi di cronaca e di femminicidio. Una cronaca ma ancor di più un’indagine che cerca di rintracciare le motivazioni che abbiano spinto degli uomini comuni a diventare efferati omicidi.

«Abbiamo voluto promuovere questi due incontri – ha spiegato il Primo cittadino Alesio Valente – certi che il dialogo possa smuovere le coscienze ed aiutare in qualche modo a riflettere. Non è facile per una vittima denunciare le violenze questo lo capiamo, per questo non dobbiamo abbandonarle”.

In coda l’invito dell’Assessore Claudia Stimola alla partecipazione: “Il tema legato alla violenza contro le donne dovrebbe essere affrontato ogni giorno, per quanto attuale. Spesso però, ponendo l’accento sulla violenza, sul dolore, dimentichiamo chi c’è dietro a tali atrocità. Ne dimentichiamo i volti. Abbiamo deciso di parlarne attraverso due proposte letterarie che, senza scordare le brutalità, mettono al centro l’animo femminile».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette